Storia, arte e cultura

Un po' di storia

Per la sua posizione, e il relativo isolamento rispetto alle grandi vie di comunicazione, Fonteno a conservato le caratteristiche del piccolo abitato di montagna e del borgo agricolo. Il paese si estende sul declivio della collina del Sebino, in una valletta fitta di boschi e prati: un "angolo appartato", con una serie di rustici ancora ben conservati, stradine selciate e balconi panoramici di intensa bellezza. Fonteno ha origini antichissime.
Nel 1338 c'era giá un nucleo abitato intorno alla fontana "del Córen", e proprio da fontana pare debba prendere il nome il paese.

Dal punto di vista architettonico, la vista di Fonteno consente di gustare angoli caratteristici e tipici dell'urbanistica contadina: strette viuzze, porticati e balconi in legno rappresentano l'aspetto preponderante dell'abitato. L'architettura religiosa ha nella parrocchiale dei Santi Faustino e Giovita, costruita sui resti di una chiesa molto piú antica, il segno piú importante (al suo interno un organo a mille canne risalente al 1885, recentemente restaurato), ma di estremo interesse sono pure le chiesette di S. Rocco, risalente al 1500, e quella di S. Carlo, nella frazione di Xino.