Seguici su
Cerca

Sportello micologico

Lo sportello certifica gratuitamente la commestibilità dei funghi epigei raccolti dai cittadini

Descrizione

Lo Sportello micologico, istituito dall'ATS, è volto a prevenire eventuali intossicazioni dovute all’assunzione di funghi non commestibili o commestibili ma consumati nonostante si trovino in avanzato stato di maturazione o dopo inadeguata cottura.

Queste sono le principali cautele che i cittadini devono osservare:

  • Non consumare funghi se prima non sono stati controllati da un micologo o se non si è certi della loro commestibilità;
  • Non fidarsi dei cosiddetti esperti, dei detti popolari e di chi dice “… io li ho sempre mangiati .”;
  • Consumare solo funghi commestibili e ben cotti;
  • Non far consumare funghi a bambini, a donne in stato di gravidanza e a persone affette da particolari patologie.

Informazioni utili in caso di intossicazione

Dopo aver consumato funghi, in caso di comparsa di sintomi quali: dolori addominali, vomito e diarrea o altra sintomatologia, il cittadino deve prendere contatto tempestivamente con: il medico di base, o il Pronto Soccorso dell’Ospedale più vicino, o il Centro Antiveleni (CAV) dell’ ASST Papa Giovanni XXIII° di Bergamo al numero verde 800 883300 e portare con sé eventuali avanzi di funghi cotti, crudi o i residui di pulizia dei carpofori.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
03 June 2024